Home page Squilibri
Seguici su facebooktwittergoogleplusyoutube

Franco Segre
(a cura di)

Musiche della tradizione ebraica in Piemonte

  contiene cd

Le registrazioni di Leo Levi (1954)
2015, € 23
Formato 14x19, 10 foto in b/n, pp. 243

 

€23.00
€19.55

Nel febbraio del 1954 Leo Levi avviava una campagna di rilevazione presso le Comunità ebraiche italiane al fine di salvaguardare dall’oblio le musiche liturgiche di tradizione orale, appellandosi alla memoria di Ufficianti o frequentatori delle diverse sinagoghe dato che nella maggior parte dei casi quei canti erano già caduti in disuso. Le registrazioni, confluite nella monumentale raccolta 52 del CNSMP, hanno pertanto un valore documentario unico in quanto costituiscono le fonti più complete attorno a questo genere di canti.

Nato dalla collaborazione tra l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e l’Archivio Ebraico Terracini di Torino, il volume prende in considerazione le rilevazioni effettuate in Piemonte, di gran lunga le più rilevanti dell’intera raccolta, e, nell’allegato CD, presenta una selezione dei brani registrati ad Acqui, Alessandria, Asti, Casale Monferrato, Cuneo, Fossano, Moncalvo e Torino.

La varietà di tradizioni, che da sempre ha caratterizzato l’ebraismo piemontese per le sue componenti di origine ashkenazita, sefardita, italiana e francese, si riflette anche nella ricchezza delle sue espressioni musicali, segnate dalla coesistenza di forme espressive e di motivi liturgici eterogenei all’interno di ogni tradizione locale.

Con saggi di Walter Brunetto, Enrico Fubini, Alberto Moshe Somekh e Francesco Spagnolo e la trascrizione dei testi poetici con traduzioni in italiano e in inglese, il volume costituisce un’introduzione di fondamentale importanza per la conoscenza della musica ebraica in Italia.

Ascolta il brano La crava-La capra

  


franco-segre 
Laureato in ingegneria elettronica presso il Politecnico di Torino, Franco Segre, già presidente del Gruppo Studi Ebraici, ha operato, come Consigliere, nella Comunità Ebraica di Torino,  nell’Unione delle Comunità Ebraiche d’Italia e nell’Archivio Ebraico Terracini, e si è occupato di canti sinagogali anche come ufficiante volontario presso la Sinagoga di Torino. 

 

Queste registrazioni rappresentano un unicum, poiché testimoniano un complesso repertorio musicale, che si configura come autonomo rispetto all’articolato universo sonoro della diaspora ebraica. (…) Sono inestimabili testimonianze delle composite tradizioni dell’ebraismo della regione del nord-ovest, in cui confluiscono elementi ashkenaziti, sefarditi, italiani e francesi. (…) Siamo di fronte ad un lavoro imprescindibile per avvicinarsi alla storia della civiltà musicale ebraica d’Italia Ciro De Rosa, Blogfoolk  

Tra la seconda metà degli anni Cinquanta e gli inizi del decennio successivo, Leo Levi (1912 –1982) documenta espressioni musicali delle tradizioni ebraiche. Figura di rilievo della cultura italiana novecentesca Levi documentò più di mille canti sinagogali e di liturgia domestica diffusi nelle comunità israelite dell’Italia settentrionale e centrale Giorgio Zito, Blogfolk

€23.00
€19.55

Usiamo i cookie per far funzionare al meglio il sito. Accettali se vuoi proseguire.