Home page Squilibri
Seguici su facebooktwittergoogleplusyoutube
  • Musica e tradizione orale in Salento

    Musica e tradizione orale in Salento

    Le registrazioni di A. Lomax e D. Carpitella (1954) di M. Agamennone

    Leggi tutto

Mercoledì, 17 Settembre 2014

Per miniere, dall’America alla Lombardia, da Merle Travis ai fratelli Bregoli

bregoli

 

 Come sigla "di martedì" di Giovanni Floris è stata scelta Sixteen Tons di Merle Travis, nell’esecuzione del cantante country Tennessee Ennie Ford, non si sa se per la bellezza della canzone o per l’attualità del testo ("un altro giorno più vecchio e più affondato nei debiti/ San Pietro, è inutile che mi chiami, non posso venire:/ ho dato in pegno la mia anima allo spaccio aziendale).  

Sul significato di questa canzone, e delle sue “sotterranee” relazioni con i miti dei minatori della Valtrompia, parla diffusamente Bruno Pianta nel suo saggio nel volume Avanzamenti: la stessa canzone ritorna, non a caso, nella colonna sonora della “videoballata” omonima di Guido Bertolotti, Elisa Piria e Diego Ronzio che, “analogamente all’oralità e alla creatività collettiva” che intende rappresentare, “prende in prestito, imita, si appropria, metabolizza, ricombina e restituisce in nuova forma” i materiali documentari di cui è composta, per offrirci uno spaccato di grande efficacia sulla cultura del ferro in terra lombarda.

 
avanzam

Avanzamenti. Minatori, fabbri e operai nella ricerca sul campo e negli archivi, a cura di Guido Bertolotti.

cddvd 

Usiamo i cookie per far funzionare al meglio il sito. Accettali se vuoi proseguire.