Home page Squilibri
Seguici su facebooktwittergoogleplusyoutube

Francesco Faeta, Antonello Ricci
(a cura di)

Le forme della festa

contiene cd

La Settimana Santa in Calabria: studi e materiali
2007, € 49
Formato 22x25, copertina cartonata, 202 foto in b/n e a colori, pp. 420

€49.00
€41.65

Nel Mezzogiorno italiano, e in particolare in Calabria, il sistema festivo della Settimana Santa costituisce parte essenziale del dispositivo con cui le diverse comunità procedono alla formazione dei loro orizzonti identitari, alla produzione delle loro fisionomie sociali, alla gestione del loro potere politico. Le feste e i riti della Pasqua muovono l'umanità che si aggrega e riconosce su base locale – paesana o cittadina, di vicinato, rione o quartiere – inducendola a compiere scelte, a elaborare strategie, a progettare, materialmente e simbolicamente, i suoi confini, i suoi ordini interni, i suoi rapporti di egemonia e subalternità, le sue gerarchie, spingendola ad associarsi, dividersi, entrare in conflitto, a soffrire e gioire.

Esito di una ricerca estesa capillarmente a tutto il territorio regionale e realizzata da un'équipe di specialisti con competenze diverse – antropologi, etnografi, etnomusicologi, fotografi, videoperatori, informatici –, il volume presenta la morfologia di dieci eventi rituali particolarmente significativi e un'inchiesta più "leggera" sulle forme della festa quaresimale in decine e decine di altri paesi e frazioni.

Con oltre 200 fotografie in b/n e a colori, un cd allegato con 27 brani musicali che restituiscono all'ascolto l'atmosfera sonora della festa, una densa raccolta di saggi e un articolato insieme di apparati critici, si delinea così uno spaccato etnografico, senza precedenti nel panorama europeo, attorno alle forme della festa della Settimana Santa in una regione che, più di ogni altra, ha conservato riti e cerimonie legate alla passione, morte e resurrezione di Cristo.

Ascolta il brano Lu venneri di marzu non zi canta

 

   

faeta

Antropologo dell'Università di Messina, dove insegna anche Etnografia visiva e Antropologia visuale, Francesco Faeta ha svolto un'intensa pratica di ricerca nel Mezzogiorno d'Italia e, particolarmente, in Calabria, occupandosi soprattutto di fotografia in ambito etnologico.

 

antonello-ricci

Antropologo e musicista, virtuoso di chitarra battente e zampogna, Antonello Ricci insegna all’università “La Sapienza” di Roma e si occupa di questioni antropologiche, relative ad aspetti visivi e museografici della musica e dell’ascolto. 

  


Volume imperdibile per come esplora, con completezza e competenza, questa galassia (...) Una specialissima via crucis, una guida preziosa della Calabria pasquale che addentra il lettore nei rivoli più antichi delle nostre tradizioni, nella carne viva della passione del Cristo.Gianluca Veltri, Il quotidiano della Calabria

Un volume prezioso, che colma un vuoto nella nostra conoscenza del Mezzogiorno (...), presenta un panorama di rilevazioni sul campo e di analisi di dieci luoghi/riti della Pasqua accompagnate da apparati critici di assoluto interesse (...) Si tratta di un volume assai bello, sia per la veste grafica curatissima, sia per l'alternanza di testi e foto (...); di un volume utile, perché può essere letto dalla prima all'ultima pagina, come un libro che narra della gente del Sud, ma può essere consultato come strumento di informazione grazie alla mole di dati fornitiMario Bolognari, La Gazzetta del Sud

Di "paesaggio sonoro" e "fonosfera", anzi di "Sacre fonosfere. Paesaggi sonori della Settimana Santa calabrese" parla anche il saggio di Antonello Ricci, contenuto nel raffinato volume Le forme della festa, a cura di Francesco Faeta e dello stesso Ricci, fra più innovativi antropologi del nostro paese. Si tratta di una lavoro esauriente ed esemplare che riporta ai fasti delle ricerche interdisciplinari di Ernesto De Martino di qualche decennio faAntonello Colimberti, Europa

Un teatro desolato, un trionfo della morte alla maniera del pittore Hieronymus Bosch attorno alla Passio Christi. Solo domenica col Cristo risorto sarà la volta delle campane, lo strumento della gioia, finalmente intonato. Sono usi e riti raccontati e iluustrati benissimo nel libro Le forme della festaBruno Giurato, Liberal

Un'edizione curatissima, rigorosa per gli studi e i materiali che presenta, ma che si sfoglia anche come un album per chi è appassionato o curioso di manifestazioni  popolari e tradizioni locali. (...) Il panorma delle manifestazioni così presentato rende idea della complessa e attuale dialettica fra dimensione locale e globale, e i riti della Pasqua sono il dettaglio più vivace di questo dialogoMaria Frega, Il quotidiano della Calabria

È un'opera monumentale. Il risultato di interazioni tra discipline diverse (antropologia, etnografia, etnomusicologia, fotografia, videografia, informatica) di 18 autorevoli ricercatori (...) Il formato quadrottato quasi ad album, la qualità fotografica, la grammatura della carta, la copertina cartonata sono altri elementi che qualificano la bellezza di questa pubblicazione che va ad arricchire il catalogo della Squilibri che in questo ambito delle tradizioni e dell'etnomusicologia si attesta egregiamente e in modo esclusivo nel panorama editoriale italianoPasquale Troìa, Rivista Liturgica

 

€49.00
€41.65

Usiamo i cookie per far funzionare al meglio il sito. Accettali se vuoi proseguire.