Home page Squilibri
Seguici su facebooktwittergoogleplusyoutube

Sergio Secondiano Sacchi, a cura di, 

Multifilter

contiene 2cd

Mito e memora del padre nella canzone. 
2017, € 25
Formato 15x21, 38 immagini a colori, pp. 208  

€25.00
€21.25

Uno dei motivi di maggior ispirazione per gli artisti, si sa, è l’amore, che non si limita soltanto alle sue declinazioni sentimentali. Anche l’affetto per la figura paterna ha infatti ispirato canzoni memorabili. Alcune sono ormai dei classici intramontabili, altre sono un commosso rimpianto del tempo perduto oppure raccontano l’amarezza di laceranti incomprensioni, altre ancora ne descrivono le innumerevoli metamorfosi.

Trentasei canzoni, molte delle quali inedite, di alcuni dei più originali esponenti della scena musicale, da Amancio Prada a David Riondino, da Mimmo Locasciulli a Sergio Cammariere, dai Yo Yo Mundi ai Têtes de bois, da Mauro Ermanno Giovanardi a Peppe Voltarelli, animano così nel volume un grandioso affresco sulla figura del padre, tra memoria personale, racconto generazionale e trasfigurazione mitica, seminando spunti di riflessione raccolti, in punta di penna o di matita, da altri autori ed artisti, da Francesco Guccini a Sergio Staino, da Gianni Mura a Paolo Virzì, da Carlo Petrini a Marco Nereo Rotelli, da José Maria Micó a Luis Eduardo Aute, quasi a delineare una mappa estesa di geografie amorose in cui tutti possano ritrovarsi.

Veicolo di sensibilità ed emozioni collettive, le canzoni o, per lo meno, ‘certe’ canzoni si confermano pertanto un mezzo straordinario per raccontare le trasformazioni che investono la società e per definire gli umori che si accompagnano a questi cambiamenti nel lento traslitterare degli assetti sociali, soprattutto quando riguardano relazioni così prossime all’esperienza quotidiana di ognuno come quella tra padri e figli.

Iniziativa editoriale promossa da Club Tenco-Premio Tenco e Cose di Amilcare in collaborazione con Atena Informatica

Ascolta L'ultima riga del libro della Scraps Orchestra 

 

 

sergio sacchi
Sergio Secondiano Sacchi
(foto di R.Molteni). Architetto con la passione della musica, fa parte da sempre del direttivo del Club Tenco.  Ha collaborato a Musica e Dischi, Tango, Linus, Smemoranda, L’Unità. Ha scritto libri sulla canzone d’autore e curato dischi collettivi, presentando in Italia personaggi come Vladimir Vysotskij, Pablo Milanés, Lluís Llach, Pi de la Serra e Joaquín Sabina. 

 

 

 

Parte da lontano Sergio Secondiano Sacchi, dai padri del mito e delle religioni, per assemblare i canti, le immagini, i racconti di questa ricerca nel tempo, nello spazio e nel profondo, a descrivere la figura familiare perenne e in perenne crisi del padre, destabilizzato, rigenerato e rinnegato dai cambiamenti (...) E' una narrazione, verticale e orizzontale, attraverso 36 canzoni, tra inedite o riproposte in nuova veste, traduzioni da Guthrie a Brel a Serrat, frammenti di un puzzle incompleto e in divenire (...) Da avere, assolutamente  Alberto Marchetti, Vinile 

Un originale progetto a tema che esplora, in due cd accompagnati da un volume di approfondimento molto curato, 36 incarnazioni della figura del padre nella storia della canzone d’autore. (...) Il valore dell’opera sta innanzitutto nell’originalità e trasversalità del punto di vista  Alessandro Hellmann, MusicaMeg.com 

 Studiato e realizzato con particolare cura, Multifilter esce dallo schema della semplice antologia trasversale e, tra ricordi, squarci illuminanti e qualche malinconia, più che dare risposte a domande retoriche induce, con indubbia vena poetica, a ripensare un ruolo, quello del padre, che nella contemporaneità è tutto meno che una passeggiata Piercarlo Poggio, Blow Up  

libro a strati per quantità e qualità dei contributi (...),  a un prodotto cubista in cui le facce di una medesima medaglia sembrano accalcarsi l’una con l’altra andando a infrangersi in una lettura feconda, che mostra qualora ce ne fosse ancora bisogno il desiderio non più nascosto in una generazione di fratelli e sorelle di riabbracciare il padre Fabio Francione, Il cittadino di Lodi 

Un saggio di cui il curatore ha scritto un’introduzione colta e, sotto certi aspetti, strepitosa per la ricchezza di spunti e rimandi che la innervano (...) qui ci è data l’occasione di un confronto serio e profondo con una parte della nostra storia, sia individuale che collettiva. (...) un libro che ha l’intento di catturare l’attenzione di chi “legge-ascoltando/ascolta-leggendo”, gravando il fruitore di questo lavoro di un compito arduo di questi tempi: quello di costruirsi un’opinione ed una cultura. Non solo, ma anche quello di scoprire la ricchezza della musica e della parola accompagnati/accompagnando un tema così importante Rosario Pantaleo, L'isola che non c'era 

"Multifilter” è un volume da non perdere non solo per la bellezza dei testi che raccoglie ma anche per i due dischi che lo accompagnano. Assolutamente consigliato  Salvatore Esposito, Blogfoolk 

Impossibile ricordare tutti gli artisti coinvolti o anche solo ripercorrere tutti i temi toccati nelle canzoni e nei relativi commenti, per immagini o parole, che insieme abbracciano oltre cinquant’anni di storia italiana, malgrado l’innesco di tante riflessioni e lo spunto immediato di ogni brano sia sempre legato al vissuto e alla memoria personale dei singoli autori. Forse anche per questo il volume e i due cd risultano, alla lettura e all’ascolto, particolarmente ‘autentici’   Steven Forti, Alias-Il Manifesto

Un'operazione corale che ha coinvolto 95 persone tra cantanti, scrittori e illustratori (...) Operazione corale e internazionale, con canzoni registrate in sette lingue (...) Aprite occhi e orecchie. Osservate e ascoltate l'utilizzo della canzone come mezzo di indagine, legata a biografie personali letteratura, storia. Parole e suoni che spaziano nel tempo e nella geografia. (...) un lavoro nuovo e orginale nella storia del Tenco, proprio per la dimensione corale degli interventi e l'uso euristico -e qui ci sta la parolaccia- delle canzoni/musiche Diego Silva, Il cantautore

Passeggiando freneticamente sui binari del tempo, si fa così sosta tra  vagoni colmi di evocazioni, speranze, gratitudine, assenze ed illusioni: grazie ai contributi musicali, poetici e visivi, si concede ai lettori un intimo abbraccio con i propri padri, dietro al quale si incontrano memoria personale, racconto generazionale e riflessione socio-culturale. Un viaggio multisensoriale, che miscela armoniosamente arti, stili, contenuti, sentimenti contrastanti  Gabriella Cantafio, Il giornale off

€25.00
€21.25

Usiamo i cookie per far funzionare al meglio il sito. Accettali se vuoi proseguire.