Home page Squilibri
Seguici su facebooktwitteryoutube
Novità: spedizione standard per l'Italia gratis!

Gabriele Stera, Franziska Baur e Jérémy Zaouati

Dorso mondo 

contiene cd 

2021, € 15 formato 19x14,  78 pp. con un poetry comics di Martina Stella  

 

€15.00
€14.25

 Dorso mondo è un libro elettrico. Sono elettriche le sue parole, i suoi suoni, le sue voci, le sue musiche e le sue immagini. È dunque un’opera vibrante, che si espande e cortocircuita: in due lingue, italiano e francese, in tre codici (ma forse di più), testo, voce ed immagini, in quattro protagonisti, anche se l’autore infine, per quanto collettivo, avrà un nome e cognome.  

Un poema macchinato e dunque, oggi, naturalissimo e contemporaneo. È lì apposta per dimostrare che chi crede che la poesia in voce e suono sia più ‘facile’, sta scambiando il divertimento (che è cosa complessa) con il semplicismo. E siccome è orchestrato collettivamente sta lì a dimostrare anche che l’arte fatta insieme è spesso molto soddisfacente per chi la fa e per chi la fruisce. Che è una possibilità contemporanea. Ed è infine la prima scommessa di uno dei migliori poeti europei delle giovani generazioni: Gabriele Stera, che è il regista di questo film. (L.V.)

 

  

stera

Gabriele Stera
(1993), poeta, artista sonoro e traduttore, è nato a Trieste e vive a Parigi.
  

 

 

 

stera band


Dorso mondo 
è il risultato della collaborazione con l’artista visiva Martina Stella (1992), la violinista e drammaturga Franziska Baur (1993) e il musicista Jérémy Zaouati (1994)

 

 Approcciare un universo come quello di Dorso Mondo significa immergersi in una concertazione di stimoli che, masticati tra loro e disposti con equilibrio, rimandano ad un qualcosa sempre altro, eppure così vicino. Il lavoro di Gabriele Stera, alla voce e ai testi e all’elettronica e soprattutto all’evidente regia generale, apre alla percezione dell’ascoltatore le porte di un immaginario luogo così aderente al nostro che “ti capita davanti agli occhi muto, e distende una pellicola sul mondo facendone un giocattolo di plastica”, espresso in un linguaggio e con espressioni che non si coglie se siano etiche o emiche, quasi a sottolineare la convivenza di questo Dorso Mondo alla realtà, suggerendo persino una via per collassare all’interno di quest’altra realtà Isidoro Concas, Neutopia Magazine

€15.00
€14.25

Usiamo i cookie per far funzionare al meglio il sito. Accettali se vuoi proseguire.