Home page Squilibri
Seguici su facebooktwittergoogleplusyoutube

M. Balma, G. d'Angiolini
(a cura di)

Musiche tradizionali del Ponente Ligure

contiene 2cd

Le registrazioni di Giorgio Nataletti e Paul Collaer (1962, 1965, 1966)
2007, € 22
Formato 14x19, 10 foto in b/n, pp. 132

€22.00
€18.70

Nel 1962, 1965 e 1966 Giorgio Nataletti, affiancato nell'ultima rilevazione da Paul Collaer, condusse, per conto del Centro Nazionale Studi di Musica Popolare, tre campagne di ricerca nella Liguria di Ponente, con uno sconfinamento in Francia e una digressione a Genova. Per quanto riguarda l'area dell'Imperiese, le ricerche interessarono le località di Imperia Oneglia (Borgo Peri), Taggia, Triora, Realdo, Ceriana, Seborga, Dolceacqua, Isolabona, Apricale, Pigna e Briga, documentando un ventaglio molto ampio di espressioni musicali, dal canto liturgico a quello rituale, dal canto monovocale a quello polivocale dei pastori, dal canto solistico accompagnato da una chitarra ritmica a quello di piccoli insiemi con chitarra e mandolino.

Questi documenti sonori, confluiti poi nelle raccolte 67, 91 e 101 del CNSMP, oggi Archivi di Etnomusicologia, sono una straordinaria testimonianza delle trasformazioni che le musiche di tradizione hanno subito nella tumultuosa fase di industrializzazione della società italiana dove, accanto all'ancora solida persistenza del repertorio più antico, si registrano anche significativi fenomeni di erosione della prassi musicale originaria.

La documentazione sonora, finora del tutto inedita e pubblicata nei due cd  come una sorta di viaggio da Levante a Ponente, risulta pertanto di imprescindibile importanza per l'azione di recupero e valorizzazione del patrimonio musicale ligure.

Ascolta il brano U mese du granu

 

 

balma 

Mauro Balma si occupa da oltre trentacinque anni delle tradizioni orali  della Liguria e delle aree appenniniche confinanti. Ha realizzato numerosi saggi, monografie e produzioni discografiche di carattere etnomusicologo.

 

 

giuliano angiolini

 

Compositore e musicologo, Giuliano d'Angiolini si è occupato di musiche della tradizione orale nonché di musiche contemporanee e medievali. Oltre a numerosi saggi, ha pubblicato una monografia sulla musica dell'isola di Karpathos.

 

 Les disques sont accompagnés d'une série de textes qui présentent à la fois le contexte de l'enquete. Mauro Balma est retourné sur le terrain pour comprendre comment s'est organisée la collecte tandis que Giuliano d'Angiolini nous propose une analyse musicologique d'une partie des oeuvres. (...) Ce petit ouvrage est une belle réussite de valorisation d'un fonds sonore qui dormait dans les archives d'ethnomusicologie de l'Accademia di Santa Cecilia à Rome. Bulletin des adhérents de l'AFAS

Mauro Balma e Giuliano d'Angiolini ripropongono, analizzano, trascrivono qui un range assai ampio di espressioni musicali, spesso travolte o anestetizzate dall'avanzare del boom economico degli anni Sessanta, dalla fine del relativo isolamento dei paesi. Si tratta di canti monovocali e polivocali, di canti solistici con accompagnamento di chitarra e di grupi che includevano anche il mandolino, di brani liturgici e di interessantissimi "adattamenti" popolari della musica colta. Guido Festinese, Alias

€22.00
€18.70

Usiamo i cookie per far funzionare al meglio il sito. Accettali se vuoi proseguire.